Prospettive ottimistiche

24.11.2021

Con le temperature esterne più basse e l’aumento della permanenza in spazi chiusi, la pandemia di Covid-19, che molti già credevano sconfitta, sta purtroppo iniziando di nuovo a prendere il sopravvento.

Sebbene la situazione attuale, con percentuali di immunizzazione più elevati, differisca signifi­cativamente dalle precedenti ondate della pandemia, il più alto tasso di contagio della variante delta e i casi di contagio anche dopo la vaccinazione mostrano chiaramente che la pandemia non è stata affatto superata! Tuttavia, non dobbiamo o non possiamo semplicemente subordinare tutto alla pandemia, poiché la vita continua senza sosta. Ciò include senza dubbio anche l’ulteriore sviluppo del nostro settore e della nostra associazione. Nell’ambito del progetto strategico Avanti, quest’ultima si occupa da tempo del suo orientamento per il futuro. Nella prima metà di novembre, ad esempio, i delegati hanno votato all’unanimità a favore di una proposta di nuovo statuto dell’associazione sotto forma di raccomandazione, sulla quale l’Assemblea generale annuale dell’UPSC dovrà prendere una decisione definitiva all’inizio di maggio 2022. Fino a quella data, occorre pertanto utilizzare il tempo a disposizione per con­cretizzare le questioni in sospeso, come la progettazione sul piano operativo.
Per quanto riguarda il settore nel suo complesso, recentemente si osserva una certa disillusione nella ommercializzazione dei prodotti sostitutivi della carne: dopo l’euforia iniziale dei primi acquisti di prova, ora si contano le conferme effettive di tali acquisti. Come accade per gli altri mercati, probabilmente anche in questo caso si verificherà un’ulteriore scrematura, con alcuni prodotti che saranno in grado di affermarsi a lungo termine, mentre altri scompariranno di nuovo. Pertanto, considerando la crescita demografica costante, è probabile che l’apporto di proteine poggerà viepiù in modo equo su entrambe le fonti, che non dovranno essere con­trapposte. A breve termine, il periodo di vendite per le festività rappresenta una prospettiva particolare ed un momento culminante di tutto l’anno per il settore della carne. Soprattutto le sfortunate circo­stanze del momento attuale dovrebbero motivare ampie fasce della popolazione a concedersi qualcosa di speciale per la fine dell’anno – un punto di partenza per il quale il settore della carne, con i suoi pro­dotti di alta qualità e l’ottimo servizio ai clienti, è idealmente predestinato!

Ivo Bischofberger, presidente
Ruedi Hadorn, direttore

 
 
 
 
 

Unione Professionale Svizzera della Carne UPSC · Sihlquai 255 · Casella postale · 8031 Zurigo · Tel. +41 44 250 70 60 · Fax +41 44 250 70 61 · info(at)sff.ch

Swiss Meat People